Caivano, ruspe contro le case abusive dei boss

0 0
Reading Time: 2 minutes

È partita a Caivano ( Napoli ), al Parco Verde, complesso abitativo popolare tra i più degradati noto soprattutto come una delle piazze di spaccio tra le più grandi d’Italia, l’opera di demolizione, ordinata dalla Procura della Repubblica di Napoli Nord, di due appartamenti dichiarati abusivi con sentenza definitiva. Le due abitazioni, edificate senza alcuna autorizzazione e rispetto della normativa urbanistica in un’area coperta da vincoli sismici e di inedificabilità, erano state occupate illecitamente.

Dopo la demolizione, l’ufficio giudiziario attiverà la procedura per il recupero delle spese dagli occupanti abusivi. In una nota, la procura guidata dal procuratore Maria Antonietta Troncone, afferma che “le demolizioni trasmettono il segnale inequivocabile che l’abusivismo viene affrontato fino in fondo e che, soprattutto, non è conveniente”.

Nelle scorse settimane immobili abusivi sono stati demoliti a Giugliano in Campania, ma già quando era a capo della Procura di Santa Maria Capua Vetere, Troncone fece abbattere nel Casertano, in particolare sul litorale domizio tra Castel Volturno, Mondragone e Cellole, una ventina di immobili; tra questi fu abbattuta anche una casa abusiva a Casal di Principe dove vivevano due famiglie con bimbi piccoli, e ciò provocò delle proteste.

Metti un like alla nostra Fanpage

© Riproduzione riservata
www.ladomenicasettimanale.it

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Chiudi
Ascolta le notizie
Social profiles
Chiudi