Stupro nel pub di Casapound, concessi i domiciliari con braccialetto elettronico ai due accusati

Escono dal carcere e tornano a casa i due giovani Riccardo L. e Francesco C. accusati dello stupro di una 36enne.

Il giudice ha concesso gli arresti domiciliari ma con l’applicazione del braccialetto elettronico. È stato il gip a firmare il provvedimento.

I due 20enni sono stati arrestati a Viterbo a fine aprile per violenza sessuale di gruppo.

Secondo quanto emerso dalla ricostruzione degli inquirenti e dalle immagini dei video ritrovati sui cellulari i due indagati avrebbero violentato per più di tre ore una 36enne di Viterbo.

Le violenze sarebbero avvenute nel pub ad uso esclusivo di Casapound a piazza Sallupara.

Metti un like alla nostra Fanpage

© Riproduzione riservata
www.ladomenicasettimanale.it

0 0
0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise
Chiudi
Ascolta le notizie
Social profiles
Chiudi