Scompare una leggenda americana: il barbiere lucano emigrato 100 anni fa

Nonostante i suoi 108 anni continuava a esercitare il mestiere di barbiere e c’era la ressa tra i suoi clienti per avere il privilegio farsi tagliare i capelli da Anthony.

Addio ad Anthony Mancinelli, il barbiere italo-americano entrato nel Guinness dei primati come il figaro più vecchio del mondo: è morto a 108 anni nella sua casa di New Windsor, a una ottantina di chilometri da New York.

La sua è una storia di emigrazione. Dalla Basilicata emigrato a non appena 8 anni, aveva cominciato a tagliare i capelli a 12 anni e solo lo scorso luglio era andato controvoglia in pensione.

Mancinelli era nato il 2 marzo 1911 a Montemilone in provincia di Potenza.

Piano piano era diventato un punto di riferimento e famoso per quel suo modo di tagliare i capelli e la sua stpria di grande lavoratore.

Era arrivato in America nel settembre 1919 sul bastimento Caserta per raggiungere un parente a Newburg, nella valle dell’Hudson.

Nel 1923, quando aveva cominciato a tagliare i capelli a tempo pieno, un taglio costava 25 centesimi. Ai suoi ultimi clienti al Fantastic Cuts di New Windsor Anthony faceva pagare 19 dollari.

Metti un like alla nostra Fanpage

© Riproduzione riservata
www.ladomenicasettimanale.it

1 0
0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
100 %
Angry
0 %
Surprise
Chiudi
Ascolta le notizie
Social profiles
Chiudi