Dirigente nel mirino: incendiata la moto. “Un messaggio della camorra?”

Un attentato, un atto dimostrativo, una intimidazione. Nel mirino è finito Arnaldo Stella, dirigente ell’Area Cimiteri del Comune di Napoli.

Qualcuno stamane ha cospaso con della benzina la sua moto e poi ha appiccato il fuoco. Il dirigente è noto per serietà e scrupoloso rispetto della legalità.

I tanti provvedimenti e iniziative adottati dll’Area Cimiteri del Comune di Napoli hanno reso trasparente un settore sensibile dove spesso finivano le attenzioni e gli affarri della camorra.

“Si tratta di una vile intimidazione di stampo camorristico – spiega una nota a firma del vice sindaco Enrico Panini – quello che questa mattina ha portato ad incendiare la motocicletta dell’ing. Arnaldo Stella” .

“Il Sindaco e l’amministrazione tutta esprimono vicinanza e solidarietà ad un dirigente capace e determinato che con i suoi atti afferma, in ogni momento, la strada della più assoluta legalità e trasparenza. Chi pensa di fermare questo percorso si sbaglia e tanto – continua la nota di Palazzo San Giacomo – La nostra solidarietà al lavoratore e il nostro più profondo disprezzo per questo atto vile e criminale, perché una chiara intimidazione altro non è”.

“Atti che non ci faranno arretrare di un centimetro, anzi. Un ringraziamento alle forze dell’ordine, prontamente intervenute e l’augurio che il loro prezioso lavoro porti a dare un nome a questi vigliacchi” – conclude l’amministrazione.

Metti un like alla nostra Fanpage

© Riproduzione riservata
www.ladomenicasettimanale.it

2 0
0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise
Chiudi
Ascolta le notizie
Social profiles
Chiudi