Ore decisive in Forza Italia, tutti aspettano le mosse di Mara Carfagna

Le voci si rincorrono. La tensione è altissima. Nel quartier generale di Forza Italia non si parla d’altro. Mara Carfagna potrebbe trasformare i malumori e le ragioni politiche critiche di questi giorni in una decisione senza ritorno. A quel punto il partito fondato da Silvio Berlusconi richia di schiantarsi.

Sembra che una pattuglia di almeno 30 parlamentari è pronta a schierarsi con la vice presidente della Camera e fondare insieme un nuovo movimento ancorato al centro destra ricolto ai moderati e smarcato dalla dittatura sovranista e populista della tenaglia Lega e Fratelli d’Italia.

Silvio Berlusconi i suo staff lavora affinchè questa tentazione sia dissinescata.

La rottura rappresenterebbe un colpo mortale per Forza Italia che ormai viaggia al 6 per cento.

La fiammella rischia di spegnersi. La strategia è tenere dentro Mara Carfagna e offrirle ad esempio una candidatura alla presidenza della Regione Campania e un ruolo di rilievo operativo in Forza Italia.

La sua vittoria in Campania rappresenterebbe un nuovo inzio dei moderati nel centro-destra e il ridimensiomento politico di Lega e Fratelli d’Italia. È chiaro che le prossime ore saranno determinanti, fondamentali e decisive.

La parola d’ordine è ricucire, ricostruire e riorganizzare il partito azzurro. Tocca al vecchio leader Silvio Berlusconi fare un passo di lato e concedere a Maria Carfagna di distribuire le carte.

L’ex cavaliere però sembra proprio non voler mollare la presa, il padre-padrone del suo giocattolo politico difficilmente cederà lo scettro alla vice presidente della Camera e sua forse ex pupilla.

Pier Paolo Milanese

Metti un like alla nostra Fanpage

© Riproduzione riservata
www.ladomenicasettimanale.it

0 0
0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise
Chiudi
Ascolta le notizie
Social profiles
Chiudi