Napoli come Venezia: l’acqua è alta

Nuova bomba d’acqua su Napoli. Impianti fognari in tilt e strade invase dalla pioggia. È acqua alta a Napoli. Terrazzi di copertura allagati, tombini saltati, pluviali intasate e traboccanti, e poi sprofondamenti, avvallamenti, dissesti idrogeologici e in molti casi cedimento del manto stradale.

L’onda di maltempo che sta flagellando la Campania ch si attenuerà solo a partire da martedì ha avuto effetti devastanti sul capoluogo partenopeo.

Dal rione Sanità, al Centro storico fino alla collina di Posillipo passando per la zone flegrea e dei quartieri di Fuorigrotta, Soccavo e Pianura sono tante le chiamate d’emergenza. Super lavoro per i vigili del fuoco, la protezione civile e la polizia municipale.

Situazioni critiche anche a Miano, Secondigliano e Scampia.

Molti i crolli di cornicioni con infiltrazioni nei muri e negli edifici come anche gli alberi caduti oppure in precario equilibrio. Da tempo a Napoli non si registravano condizioni meteo così intensi che provocando diversi problemi come intere strade invase da fiumi di acqua e detriti.

È il caso del rione Materdei e Sanità che collocati alle pendici della collina di Capodimonte e Colli Aminei si ritrovano invasi da onde d’acqua. Terranei e negozi sono stati allagati come anche i cortili di numerosi edifici.

Al Comune di Napoli e in particolare al reparto manutenzione stanno varando delle squadre d’emergenza per intervenire sulle caditoie e verificare la funzionalità complessiva degli impianti fognari.

Particolarmente critica la situazione sugli assi viari come il corso Amedeo di Savoia, via Marina e via Posillipo.

Metti un like alla nostra Fanpage

© Riproduzione riservata
www.ladomenicasettimanale.it

0 0
0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise
Chiudi
Ascolta le notizie
Social profiles
Chiudi