Omicidio Sacchi, scattano nuovi arresti

Un colpo di pistola sparato alla testa. Così Luca Sacchi, 24 anni, morì il giorno dopo. Era il 23 ottobre scorso a via Latina a Roma davanti a un pub. Una storia complicata.

Se inizialmente sembrava l’intervento in difesa della fidanzata Anastasia scippata dello zainetto e la reazione dei rapinatori con il trascorrere dei giorni è cambiata tutta la scena.

Autore dell’omicidio e complice furono arrestati quasi subito grazie alla denuncia di una madre che si era accorta che il figlio aveva commesso qualcosa di grave.

Poi l’atteggiamento strano di Anastatsia che fin dall’inizio nei vari interrogatori si è contraddetta e detto tutto e il contrario di tutto che ora risulta indagata.

Dalle prime luci dell’alba, i Carabinieri del Comando Provinciale di Roma stanno dando esecuzione, nella Capitale, un’ordinanza emessa dal G.I.P. presso il Tribunale di Roma, su richiesta della locale Procura, che dispone misure cautelati nei confronti di 5 persone, per le indagini relative proprio all’omicidio di Luca Sacchi.

Destinatari della misura della custodia cautelare in carcere, per concorso in omicidio pluriaggravato, rapina aggravata, detenzione illegale e porto in luogo pubblico di un’arma comune da sparo sono i due già reclusi, perché fermati nei giorni successivi all’omicidio e un terzo ragazzo 22enne considerato colui che materialmente li ha armati.

Custodia cautelare in carcere anche per un 24enne accusato, unitamente ad Anastasia, colpita invece dalla misura dell’obbligo di presentazione in caserma, di aver tentato di acquistare un ingente quantitativo di sostanze stupefacenti dagli altri 3 indagati e arrestati.

Metti un like alla nostra Fanpage

© Riproduzione riservata
www.ladomenicasettimanale.it

1 0
0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise
Chiudi
Ascolta le notizie
Social profiles
Chiudi