In scena oggi, sabato e domenica nell’ambito dei 10 anni di attività artistica e militanza culturale della Compagnia Nest, torna in scena Love Bombing, uno spettacolo capace di calarsi profondamente nell’attualità e nelle sue paure e, al tempo stesso, di rappresentare una profonda e più complessa riflessione sulla libeartà e la responsabilità.

Partendo dalla cronaca, dalle problematiche che attanagliano il nostro spazio vitale, Love Bombing utilizza come pretesto la minaccia dello stato islamico per indagare sulla degenerazione umana. Utilizzando il teatro come luogo di ragionamento e approfondimento, affronta un tema che tocca chiunque: la perdita dell’umanità.

Inoltre per l’occasione il pubblico potrà visitare la mostra dedicata, “#10NEST – dieci anni di compagnia” con foto e oggetti di scena della Compagnia Nest, a cura di Carmine Luino e Giovanna Napolitano, scatti che anno dopo anno testimoniano tutti gli spettacoli prodotti e messi in scena dalla Compagnia, per ricordare e celebrare il lavoro di un gruppo di giovani ardimentosi che con enormi sforzi sono cresciuti e diventati adulti.

Lo spettacolo Love Bombing della Compagnia Nest scritto e diretto da Giuseppe Miale di Mauro con Gennaro Di Colandrea / L’Ergastolano, Giuseppe Gaudino / Il Falco, Stefano Jotti/ L’Avvocato, Adriano Pantaleo / ‘O Guaglione, Giovanni Serratore / Il Mujahideen, Andrea Vellotti / Il Pediatra, Light Designer / Luigi Biondi e Giuseppe Di Lorenzo, Scenografia / Carmine Guarino, Realizzazione scene/ Dino Balzano Costumi / Giovanna Napolitano. Grafica e foto di scena / Carmine Luino, una produzione Nest.

Fuori, i Mujaheddin che portano a compimento il genocidio, dopo aver decapitato il Papa e portato il mondo occidentale alla sua fine. Dentro un bunker, cinque uomini nascosti nel disperato tentativo di sopravvivenza.

Un microcosmo in cui resiste il senso di appartenenza, di fratellanza, quel briciolo di civiltà che l’attacco islamico sembra aver sepolto insieme a tutte le teste tagliate, finché uno del gruppo riesce a catturare un Mujaheddin e decide di portarlo all’interno del bunker per torturarlo e vendicarsi.

È questo l’episodio che scatenerà un conflitto tra i cinque personaggi e li costringerà a dover scegliere tra quello che erano e quello che sono diventati.

Programmazione: 13 dicembre ore 21.00; 14 dicembre ore 21.00; 15 dicembre ore 18.00 COSTO BIGLIETTO: 12 EURO RIDOTTO: 10 EURO

Metti un like alla nostra Fanpage

© Riproduzione riservata
www.ladomenicasettimanale.it

0 0
0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise
Chiudi
Ascolta le notizie
Social profiles
Chiudi