Oggi ‘forse’ si decide sul caso Gregoretti. Ora Salvini ‘rischia’ il processo

Oggi con ogni probabilità si voterà nella commissione della giunta autorizzazioni a procedere del Senato il destino di Matteo Salvini sul caso Gregoretti. Se dovesse esserci il ‘si’ al processo la decisione finale spetterebbe al Parlamento.

Il leader della Lega ‘gioca’ a vittima predestinata e anzi dice ai suoi senatori di votare per il processo.

“Ci ho ragionato ieri e stanotte e sono arrivato a una decisione, che ormai è diventata una barzelletta che va avanti da anni, e ho deciso che chiederò a chi deve votare, quindi anche ai senatori della Lega, di farmi un favore”.

“Votate per mandarmi a processo e la chiariamo una volta per tutte. Portemi in Tribunale e sarà un processo contro il popolo italiano, e ci portino tutti in Tribunale. Si stabilisca una volta per tutte se il giudice deve fare il giudice o il ministro. Se vuoi fare il ministro molli la toga e vai a fare il ministro, altrimenti non rompi le scatole a chi lavora: sono stufo, e processo, processo, processo. Ma andate, cari giudici di sinistra, a beccare spacciatori e delinquenti e non rompete le scatole alla gente che lavora”.

Questo lo sfogo di Matteo Salvini, in diretta Fb da Cattolica, dopo aver ribadito che chiederà di andare a processo sul caso Gregoretti.

Spunta anche l’ipotesi di una assenza in giunta da parte della maggioranza infatti c’era stata una richiesta al presidente del Senato affinchè si posticipasse la votazione per evitare che il capo del Carroccio usasse a fini elettorali la vicenda. Ma da parte del presidente di Palazzo Madama c’è stato un ‘no’ netto che a scatenato la reazione della maggioranza e l’accusa di essere un presidente di parte.

Metti un like alla nostra Fanpage

© Riproduzione riservata
www.ladomenicasettimanale.it

0 0
0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise
Chiudi
Ascolta le notizie
Social profiles
Chiudi