Napoli insanguinata, giovanissimo trucidato agli chalet di Mergellina. Gli inquirenti: “Una lite”

0 0

Una lite, un diverbio sfociato in una esecuzione. È questa la pista principale che seguono gli investigatori per accertare i fatti e le responsabilità dell’ennesimo gravissimo episodio di cronaca nera accaduto ieri notte nella zona di Mergellina all’altezza degli Chalet.

Erano da poco trascorse le 2 e 20 quando all’improvviso si sente lo sparo di un’arma da fuoco. Il proiettile esploso a distanza ravvicinata centra al petto Francesco Pio Maimone di appena 18 anni. Lo si fa a tempo a trasportare al pronto soccorso del Vecchio Pellegrini ma inutilmente, il giovane giunge cadavere.

Con il trascorre del tempo gli investigatori stanno acquisendo testimonianze e dettagli. Sembra che il motivo scatenante sia stata una macchia su una scarpa o un piede pestato a scatenare una lite tra due gruppi di ragazzi.

Gli animi si sarebbero subito accessi e dalle parole si è passati direttamente alle armi, senza neppure passare per schiaffi e pugni. I colpi esplosi hanno raggiunto il giovane che, secondo quanto si è appreso, sarebbe estraneo alla diatriba.

Proprio nella stessa zona, a Mergellina, la notte del 12 marzo scorso, era stata teatro di un altro fatto di sangue, il ferimento di Antonio Gaetano, ritenuto dagli inquirenti obitante negli ambienti del clan Calone-Esposito-Marsicano. Il giovane ferito gravemente all’addome e alla zona cervicale.

“Ho sollecitato sia il prefetto che il questore. C’è la necessità di avere maggiore presidio soprattutto capire notturno in zona molto vive. Ora dobbiamo la natura di questo episodio, se legato alla criminalità organizzata oa una lite, però serve un presidio forte Continuo e continuerò a sollecitare, anche con il ministro degli Interni, un sempre più forte impegno sulla città”. Lo ha detto il sindaco di Napoli
Gaetano Manfredi.

Metti un like alla nostra Fanpage

© Riproduzione riservata
www.ladomenicasettimanale.it

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Chiudi
Ascolta le notizie
Social profiles
Chiudi