Navigator, De Luca sfida Di Maio: “Li assuma l’Anpal a tempo indeterminato”

È una nuova telenovela in salsa partenopea. Il presidente della Regione Vincenzo De Luca non vuole i navigator.

Gli idonei in Campania sono 471 e cominciano ad alzare la voce. Ora chiedono attraverso i consiglieri regionali pentastellati direttamente al ministro del Lavoro Luigi Di Maio di essere lo stesso assunti e formarti indipendentemente dalla battagli politica contro De Luca.

La protesta da cavalcare da parte dei grillini si è trasformata in una cambiale in bianco.

E allora lo stesso Di Maio prova a rilanciare la palla nel campo avversario.

“Tra domani e dopodomani scrivo alla Regione Campania per chiedere trasparenza” – attacca Di Maio – voi sapete dopo aver ascoltato le ragioni dei precari, che lamentavano logiche clientelari nella stabilizzazione e scarso ascolto da parte della Regione Campania – a quale assurdità sta arrivando la Regione rifiutando i navigator? Una follia”.

A stretto giro di posta giunge una nota piccata di risposta a firma del governatore della Campania.

“Per anni si è contestato agli amministratori del Sud la propensione alla clientela. Oggi la Campania dimostra che si volta pagina – Questo è l’altro Sud che nasce – esordisce De Luca – La Campania ha varato un corso-concorso assolutamente corretto, gestito dal Formez, per dare un lavoro stabile a 3.000 giovani dopo un anno di formazione”.

“La Regione intende rafforzare i Centri per l’Impiego, che stanno facendo un lavoro straordinario. Anche in questo caso, con procedure concorsuali assolutamente trasparenti”.

“La Regione è del tutto contraria a creare nuove aree di precariato (abbiamo ancora 3.700 L.S.U. precari, per i quali scadono i finanziamenti nazionali il 31 ottobre, sempre che il Governo dia certezze)” – puntualizza ancora una volta il presidente della Regione.

“Il Governo nazionale ha approvato il ‘Decreto Dignità’ per eliminare il lavoro precario, e poi propone contratti Co.Co.Pro che sono l’emblema della precarizzazione del lavoro. Fra l’altro dal 1° luglio, la pubblica amministrazione non può sottoscrivere contratti Co.Co.Pro” – sottolinea -.

Poi il governatore De Luca lancia una proposta : “Chiediamo che i ‘navigator’ selezionati siano assunti a tempo indeterminato dall’Anpal, che ha gestito la selezione in piena autonomia e ha il dovere di stabilizzare i precari che già lavorano in Anpal, e di stabilizzare dopo un periodo formativo, anche i ‘Navigator”.

Poi conclude De Luca con la sfida: “Dica il Governo se intende procedere alla stabilizzazione”.

La palla torna nel campo dell’esecutivo giallo-verde. La telenovela continua.

Pier Paolo Milanese

Leggi anche Navigator con il no del governatore

Metti un like alla nostra Fanpage

© Riproduzione riservata
www.ladomenicasettimanale.it

0 0
0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise
Chiudi
Ascolta le notizie
Social profiles
Chiudi