Carabiniere ucciso. Ecco la foto choc dell’americano fermato. Aperta un’inchiesta

Aumentano le ombre e i buchi neri nella tragica vicenda dell’omicidio di Mario Rega Cerciello, il vicebrigadiere 35enne morto sotto i fendenti di una coppia di due 19enne americani.

Ora ‘Il Messaggero’ pubblica una foto choc e informa dell’apertura di un’inchiesta interna e la volontà di fare chiarezza in tempi rapidi da parte dello stesso Comando generale dei carabinieri.

Motivo? L’aver saputo che, durante la giornata di indagini e di interrogatori, qualche militare mandava in giro delle foto su whatspp che non avrebbero mai dovuto circolare.

Una, in particolare: ritrae Christian Gabriel Natale Hjorth, il giovane statunitense arrestato per concorso in omicidio, furto e tentata estorsione, mentre viene sottoposto a interrogatorio.

Nella foto che è scattata da un’angolazione particolare, l’indagato ha intorno dei carabinieri ed è fermo in attesa che qualcuno gli faccia delle domande. Ha le mani legate dietro la schiena ed è bendato.

Qualcosa che ha mandato su tutte le furie i vertici dell’Arma, che hanno subito avviato l’indagine per accertare chi aveva dato l’ordine di mettere la benda al ragazzo.

Leggi anche Matteo Salvini durissimo

Leggi anche Carabiniere ucciso la ricerca della verità

Leggi anche Nella chiesa delle nozze, i funerali

Leggi anche Catturati gli assassini

Leggi anche La rabbia di Salvini

Leggi anche Lutto a Somma Vesuviana

Leggi anche Ucciso a coltellate, caccia agli assassini

Metti un like alla nostra Fanpage

© Riproduzione riservata
www.ladomenicasettimanale.it

0 0
0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise
Chiudi
Ascolta le notizie
Social profiles
Chiudi