Quarant’anni fa, l’assassinio di John Lennon

La clessidra del tempo sembra esseri fermata a quel maledetto 8 Dicembre del 1980. A distanza di quarant’anni, ancora numerosi misteri e torbidi dubbi aleggiano sull’ assassinio Lennon.

Circostanze mai chiarite e ombre, sembrano non essersi ma dissolti su chi volle che una figura così carismatica, rivoluzionaria e popolare, fosse messa a tacere per sempre, e con lui il suo pensiero,anticonformista, spirituale, capace di spostare (ne siamo certi) la filosofia di una parte della popolazione globale.

Ragionando su tutte le dinamiche dell’omicidio, ancora oggi resta irrisolto il ruolo nell’ omicida Mark David Chapman e sembrano poco convincenti ancor oggi, le tesi di fanatismo e idolatria, anche perchè a distanza di anni e vari documentari Lennon era apparso agli occhi degli Stati Uniti, un personaggio scomodo per le sue posizioni pacifiste e in favore dei movimenti contro la guerra.

Ripercorrendo la storia del rock, sono due le immagini e i momenti che i cultori e gli appassionati ricorderanno per sempre. Gli occhiali di John Lennon sporchi ed intrinsi di sangue , indossati proprio quella maledetta sera dell’ 8 Dicembre, una foto iconica postata da Yoko Ono su twitter in occasione dell’anniversario di matrimonio del proprio compagno e l’annuncio radiofonico dell’emittenti locali che fecero il giro del pianeta.

Nel ventennio post nuovo millennio sarebbe intrigante e affascinante scoprire il “peso” e la “figura” di un icona come Lennon. Scoprire come il suo genio, il suo innato senso dell’ humor, avrebbe percorso e inciso i nostri tempi resta per sempre un incolmabile rammarico.

Come la sua mente si sarebbe proiettata in un era assolutamente digitale e spasmodica, ma anche piena di conflitti e business, lo porrebbe in una posizione sicuramente nuova, rispetto ad una era molto più “liquida”, rispetto a quella degli inizi degli anni Ottanta.

E poi le masse, i suoi fans, e il suo credo nell’era di internet e della multimedialità avrebbero ampliato e amplificato il suo messaggio, oltre ogni barriera possibile. Questi sono gli aspetti per cui riflettere, oltre la sua musica che è stata già consegnata alla storia.

Quella farà parte per sempre della nostra vita.

Sergio Cimmino

Metti un like alla nostra Fanpage

© Riproduzione riservata
www.ladomenicasettimanale.it

0 0
0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise
Chiudi
Ascolta le notizie
Social profiles
Chiudi