“Benvenuti a Montecitorio beach”. Le parlamentari vestono osé, la crociata del deputato di FdI.

Sott’accusa sono finite le scollature e le trasparenze tanto da far sbottare Mollicone in un “Benvenuti a Montecitorio beach”.

È bastato un post di Federico Mollicone, deputato di Fratelli d’Italia per sollevare un vero e proprio polverone.

Il parlamentare si è lamentato per l’abbigliamento delle colleghe e il far disinvolto nel far intravedere il corpo.

Sott’accusa sono finite le scollature e le trasparenze tanto da far sbottare Mollicone in un “Benvenuti a Montecitorio beach”.

Se gli onorevoli sono costretti in giacca anche le colleghe devono indossare abiti più castigati e in ogni modo rispettosi delle istituzioni. Certo le temperature non aiutano e l’afa si fa sentire specialmente tra gli scranni parlamentari. Il troppo è troppo.

Le onorevoli si adagiano con canottierine, abiti scollati e gonne corte. Al punto che Mollicone stanco e irritato ha affidato a Fb la sua denuncia.

“Benvenuti a Montecitorio beach”, scrive corredato da foto rubate alle onorevoli.

“I temi sono rispetto per l’Aula e pari opportunità poi ognuno si veste come preferisce, ma se gli uomini – giustamente – non possono stare in aula senza giacca, credo che anche le colleghe possano indossare almeno una camicetta o una maglietta. O no? Così, detto con leggerezza senza acrimonia dopo essermi tolto la giacca in aula come gesto simbolico ed essermi beccato un richiamo formale dal Presidente Rosato”.

Il messaggio del parlamentare di FdI ha incassato numerosi commenti. Ilaria: “La forma è sostanza. Soprattutto se si parla di istituzioni. Anche fuori dalle sedi istituzionali va tenuto alto l’onore dell’Italia anche nel modo di vestire. Stefania: “Magari portate un cambio ‘onorevole’ e dignitoso, basta indossarlo una volta entrate. Sembra di essere in discoteca o ad un aperitivo. La decenza”.

Federico Mollicone

Viviana: “Concordo, nel giugno del 2018 ero presente come cittadina e docente in aula e ho visto una deputata con un abbigliamento assolutamente inadeguato che lasciava poco all’immaginazione e mi sono chiesta come mai io che ero sugli spalti venivo ripresa se accavallavo le gambe o mi appoggiavo alla balaustra mentre nulla è stato detto alla deputata. Molti deputati hanno notato tal abbigliamento ma nessuno è intervenuto”.

Carlo: “Se è vero che ‘i maschietti’ debbono stare in aula con giacca, è assolutamente necessario che anche le ‘gentili donzelle’ facciano altrettanto. D’altronde questa tanto sbandierata parità dei diritti (e doveri) dovrebbe valere per tutti”.

Leonardo : “Da sempre sono per la parità, le donne purtroppo sono sempre partite svantaggiate, ma finalmente stiamo facendo passi avanti, questo però non vuol dire che debbano crearsi disparità dall’altra parte, quindi anche se la sua è una battaglia meramente simbolica la trovo alquanto giusta”.

Samantha : “Sono d’accordo con lei ,la decenza e il pudore ormai sono passate “di moda” tra le donne.Donne che scambiano le pari opportunità con ” faccio la seduttiva a tutte le ore “…che se in Parlamento sono mezze nude ,in spiaggia sbattono il culo in faccia a…”

E infine Federico: “Io le farei indossare pure il burka!!!”

Metti un like alla nostra Fanpage

© Riproduzione riservata
www.ladomenicasettimanale.it

0 0
0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise
Chiudi
Ascolta le notizie
Social profiles
Chiudi