Processo depistaggi sul caso Cucchi, giudice rimette nomina: è un ex carabiniere in congedo

Colpo di scena al Processo sui depistaggi nella viceda tragica di Stefano Cucchi. Alla sbarra ci sono otto carabinieri che misero in atto – questa l’accusa – manovre per depistare la verità.

La prima udienza al procedimento sui presunti falsi riguardanti il caso del giovane detenuto morto nel 2009 all’ospedale Pertini di Roma, si apre con l’astensione del giudice, Federico Bona Galvagno.

Il giudice, al quale era stato affidato il fascicolo processuale, ha deciso di rimettere la sua nomina in quanto ex carabiniere in congedo.

Una scelta che arriva qualche settimana dopo l’iniziativa dei familiari di Cucchi, i quali avevano chiesto al giudice monocratico di astenersi dopo aver appreso che Bona Galvagno aveva organizzato convegni a cui avevano partecipato alti ufficiali dell’Arma.

Il prossimo appuntamento in aula, il 14 novembre, riguarderà la fine di altri due procedimenti e sarà il momento della verità per stabilire le cause e i colpevoli della morte di Cucchi.

Metti un like alla nostra Fanpage

© Riproduzione riservata
www.ladomenicasettimanale.it

1 0
0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise
Chiudi
Ascolta le notizie
Social profiles
Chiudi