Carceri: garante Campania, dopo violenze detenuti trasferiti

Carceri: garante Campania, dopo violenze detenuti trasferiti.

Dopo le violenze per una perquisizione il 6 aprile 2020 a Santa Maria Capua Vetere (Caserta) “sono stati trasferiti 32 detenuti, a loro non e’ stata data nessuna spiegazione”.

A dirlo, Samuele Ciambriello, garante dei detenuti della Campania.

“Sono stati trasferiti a Palermo, Palmi, Civitavecchia, Pesaro, Rieti e Modena. Questo clima non ci piace. Stiamo per farli ritornare al piu’ presto in regione Campania”, aggiunge Ciambriello che con i garanti provinciali campani vuole un incontro con il capo del Dap Bernardo Petralia e il vice Roberto Tartaglia.

A chiederlo sono il garante dei detenuti della Campania, Samuele Ciambriello, e anche “un incontro con Gianfranco De Gesu, responsabile nazionale Detenuti e trattamento e designato dal Ministero per la commissione interna per appurare i fatti di Santa Maria Capua Vetere”.

“Stanno accadendo dei disguidi nelle carceri campane – spiega Ciambriello – in alcune si fanno entrare i familiari, in altre c’è il limite dei figli fino a 14 o 18 anni, in altre nulla.

Chiediamo poi il completamento della campagna vaccinale e l’accesso dei volontari esterni, mentre alla magistratura di sorveglianza chiediamo di ridare i permessi per chi gia’ ne beneficiava”.

Metti un like alla nostra Fanpage

© Riproduzione riservata
www.ladomenicasettimanale.it

0 0
0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise
Chiudi
Ascolta le notizie
Social profiles
Chiudi