Biagio D’Alterio, 52 anni, affiliato al clan Mauro del Rione Sanità si nascondeva in un appartamento di Giugliano in Campania. A stanarlo sono stati i carabinieri del nucleo investigativo di Napoli. L’uomo era sfuggito alla cattura il 26 novembre scorso durante l’operazione ‘Stella Nera’

Ritenuto legato al clan Mauro, il 52enne è finito in manette su esecuzione di un provvedimento restrittivo emesso dal Tribunale di Napoli su richiesta della Dda.

Quando i carabinieri sono entrati nell’abitazione l’hanno trovato in compagnia di Francesco Belfiore, 55enne del posto già noto alle forze dell’ordine. Anche lui è stato arrestato ma per detenzione di droga a fini di spaccio.

Nelle sue tasche 55 grammi di hashish suddivisi in 61 dosi. In una vettura parcheggiata fuori l’abitazione rinvenuto altro stupefacente: 105 grammi di marijuana pronti per essere tagliati e smerciati.

D’Alterio è stato rinchiuso nel carcere di Secondigliano, Belfiore in quello di Poggioreale: il primo dovrà rispondere di associazione di tipo mafioso, associazione finalizzata al traffico di stupefacenti, estorsione aggravata, porto e detenzione aggravata di arma comune da sparo e detenzione e cessione di sostanza stupefacente.

Metti un like alla nostra Fanpage

© Riproduzione riservata
www.ladomenicasettimanale.it

1 0
0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise
Chiudi
Ascolta le notizie
Social profiles
Chiudi